A sole due ore di macchina da Milano esiste un vero paradiso: la Liguria con la Riviera di Levante. Incoscienti delle sue perle, abbiamo per molto tempo snobbato questa zona che ogni anno e in ogni periodo attira il grande turismo di massa. La Liguria è infatti da sempre il mare a noi più vicino (sia quando abitavamo in Valle d’Aosta sia adesso che siamo a Milano), eppure non l’abbiamo mai presa in considerazione prima dell’anno scorso (se non per l’acquario di Genova, gita mainstream delle elementari valdostane).

Ci siamo amaramente pentiti di averla trascurata per così tanto tempo, perché ci ha totalmente affascinato e meravigliato delle sue bellezze naturali, tanto da farci tornare per ben 2 volte, a distanza di meno di 2 mesi.

Questa regione si è rivelata infatti un’inaspettata scoperta, con le sue scogliere a picco sul mare e le sue casette multicolore, le spiagge con acque cristalline e i borghi arroccati sulle colline. Per non parlare poi del cibo, che è secondo me l’elemento fondamentale per vivere un’esperienza perfetta e memorabile. 

Inoltre, la Liguria è una destinazione piuttosto versatile, adatta a tutti e in diversi periodi dell’anno, non soltanto al turismo balneare che ogni estate affolla le spiagge: è una meta perfetta per un weekend per ricaricare le batterie lontano dalla folla della città oppure per una settimana di mare e sole estivo, ma anche per chi ama fare trekking o per chi vuole andare alla scoperta di percorsi enogastronomici. Insomma, ce n’è per tutti i gusti!

Noi, ad esempio, abbiamo optato per visitare questi luoghi in due periodi dell’anno diversi: la prima volta siamo stati nel Golfo del Paradiso in estate, l’ultimo weekend di agosto; siamo poi tornati in Liguria dirigendoci alle Cinque Terre e nel Golfo dei Poeti in un periodo di bassa stagione, sfidando il rischio meteorologico. Siamo però stati fortunati, 25 gradi nel terzo weekend di ottobre non capitano tutti gli anni.

Entrambe queste località della Riviera di Levante ci hanno lasciato letteralmente a bocca aperta, tanto da volerci tornare ancora. Tirando le somme, possiamo dire che le nostre aspettative iniziali erano piuttosto basse e ben lontane dalla realtà, facendoci totalmente ricredere. I luoghi in cui siamo stati ci sono rimasti nel cuore, anche a distanza di diversi mesi. 

Di seguito trovate una sintesi di ciò che ci ha colpito di più di ognuna delle località che abbiamo visitato.

La Spezia

Porto La Spezia tramonto

La Spezia è sicuramente la città ligure che ci ha sorpresi di più. Ci aspettavamo una località portuale più che di turismo balneare, da dove partono gigantesche navi da crociera, piuttosto grigia, triste e deserta (visto anche il periodo, ovvero fine ottobre). E invece l’esatto opposto: le navi da crociera, ahimè, ci sono, ma sullo sfondo, e non recano particolare fastidio; ovunque si respira l’odore del pesce e del mare ed è pieno di negozietti carini (c’è Zara sì, ma siamo al di fuori dell’imperialismo del fast fashion). Il mercato al centro della città mi ha ricordato molto Cannes e ci ha regalato una sensazione di freschezza, autenticità e tradizionalità. Per finire, La Spezia è una città viva e piena di giovani, soprattutto di sera quando si radunano in piazza e nei vari locali del centro.

Le Cinque Terre

Manarola al tramonto

Che avremmo visto paesaggi da cartolina, questo lo sapevamo anche prima di partire. Ma che saremmo stati rapiti dagli intensi profumi e che ci saremmo emozionati davanti ai tramonti sul mare, questo no, non ce lo aspettavamo. Inoltre, il periodo azzeccatissimo per la temperatura e per il poco affollamento è stata la candelina sulla torta per permetterci di vivere un’esperienza davvero fantastica!

Porto Venere

barche e case colorate Porto Venere in Liguria

Porto Venere potrebbe sicuramente essere la sesta delle Cinque Terre. I colori, i panorami e gli scorci sul mare ce le hanno sicuramente ricordate. A causa del tempo limitato a nostra disposizione, non siamo riusciti a visitare anche l’isola Palmaria di fronte a Porto Venere, che rappresenterà quindi un pretesto per tornare in queste zone.

Camogli

Casette colorate porto Camogli in Liguria

Ciò che ci ha stupito di Camogli è la sua spiaggia, da cui si possono ammirare alle sue spalle i palazzi storici colorati e di fronte il mare. Mangiare e fare l’aperitivo sul porticciolo poi non ha prezzo!

San Fruttuoso

Baia e Monastero di San Fruttuoso in Liguria

Anche solo la gita in barca merita per vedere il mare e la costa da una prospettiva diversa. Ma poi, arrivando dal mare, si può ammirare, nascosto in una caletta, il monastero di San Fruttuoso in tutta la sua imponenza. Questa baia è uno dei posti più belli che abbiamo mai visto e fare il bagno in questa location d’eccezione è stato meraviglioso. 

Portofino

Porto di Portofino con yacht

Portofino è la classica meta dove i vip trascorrono le vacanze, dove si parcheggiano più yacht che automobili e dove tutto costa il triplo che altrove. Non si può però venire nella Riviera del Levante e non visitare Portofino. Qui l’eleganza impera ovunque e il paesaggio regala degli scorci mozzafiato. Il maltempo purtroppo ci ha costretto a fare una toccata e fuga, ma torneremo sicuramente perché ci manca da percorrere la “Passeggiata dei Baci” che da Rapallo porta a Portofino.

Sestri Levante

Sestri Levante Baia del Silenzio in Liguria

Più che il paesino in sé, di Sestri Levante merita soprattutto la Baia del Silenzio, ovvero una delle poche spiagge di sabbia della zona, contornata da una sfilza di casette tipiche molto colorate. Il fil rouge che lega le varie località in cui siamo stati, se non lo avete ancora capito, è proprio il colore: i caldi colori mediterranei nei toni del rosso, arancione e giallo sono uno dei tratti distintivi del luogo e uno degli elementi che ci è rimasto più impresso della vacanza.

Recco

Spiaggia di Recco

Recco è la cittadina che ci è rimasta meno nel cuore, ma è quella che abbiamo visitato di meno, in quanto la abbiamo usata soltanto come punto di appoggio per raggiungere altre mete più ambite e turistiche. Da non perdere però la focaccia al formaggio!

Usciranno presto sul blog due articoli con gli itinerari per visitare questi posti in cui vi daremo alcuni consigli su cosa vedere e dove mangiare.

E voi invece siete mai stati in Liguria e nella Riviera di Levante? Cosa avete amato di più? Scrivetecelo nei commenti!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.