Dove mangiare a Copenaghen: i migliori ristoranti tipici e senza glutine

Ristorante Aamanns a Copenaghen

Eccoci al secondo articolo sul nostro viaggio nella capitale danese! Nell’articolo precedente vi abbiamo suggerito i posti imperdibili da vedere, con un programma di viaggio in 3 giorni. Qui vi consigliamo invece alcuni ristoranti tipici senza glutine dove mangiare a Copenaghen.

Copenaghen è una delle città europee dove abbiamo trovato con più facilità ristoranti adatti a me che sono celiaca, in cui mangiare senza glutine. Gli allergeni sono sempre indicati sui menu e tutti sono molto attenti a questi aspetti. La città è ricca di ristoranti healthy, non solo gluten free, ma anche vegan, lactose free e chi più ne ha più ne metta. In termini di proposta culinaria Copenaghen soddisfa qualsiasi esigenza alimentare, senza rinunciare al gusto.

Quella danese è sicuramente una delle cucine europee che ci piacciono di più, dai gusti raffinati e genuini. In questo articolo ve ne diamo un assaggio e vi suggeriamo i ristoranti tipici senza glutine (ma non solo) assolutamente da non perdere.

Palæo - Torvehallerne

La nostra vacanza è iniziata benissimo anche dal punto di vista gastronomico. Il primo giorno abbiamo pranzato alla Torvehallerne, il mercato coperto, da Palæo, che è una catena di ristoranti che vende anche nei 7Eleven della città. Come dice il nome, il suo menu è totalmente dedicato alla paleodieta, ovvero la dieta degli uomini delle caverne, basata su cibi freschi, naturali e non processati.

Palæo, oltre a essere 100% paleo è anche 100% glutee free. Qui abbiamo preso due egg-wrap, ovvero una sorta di omelette ripiena di vari ingredienti: il mio con avocado, salmone, cavolo rosso e quello di Nick con chili con carne piccante.

Grød - Torvehallerne

Sempre alla Torvehallerne c’è anche un altro posto che serve piatti gluten free e non, ovvero Grød, che prepara una delle mie colazioni preferite in assoluto: il porridge. Anche Grød è un fornitore dei 7Eeleven dove vende il suo porridge istantaneo e la sua granola. Qui si può mangiare in ogni momento della giornata, dalla colazione fino alla cena. Noi ci siamo stati per merenda e io, strano ma vero, non ho scelto il porridge, bensì uno yogurt con la marmellata di rabarbaro (pianta presente in molti dolci danesi), frutta secca e semini.

Yogurt da Grød Copenaghen
Yogurt con granola senza glutine, frutta secca, semini e marmellata di rabarbaro

Prima di Copenaghen, non conoscevo l’esistenza del rabarbaro. Girovagando per i locali danesi, invece, ho scoperto che viene utilizzato in molti piatti tradizionali, sopratutto nei dolci. Personalmente, il gusto non mi fa impazzire, essendo molto dolce e, alla lunga, nauseante. Tuttavia, è sicuramente uno dei cibi tipici da provare, essendo molto utilizzato per insaporire i dolci tradizionali.

Naturbageriet - Nørreport

Naturbageriet è una pasticceria/panetteria che fa anche dolci e panini senza glutine nonché vegani, vicino alla Torvehallerne, nella zona di Nørreport. Se siete in zona, vi consiglio di farci un salto, per prendere la merenda o la colazione.

Io ho preso un panino alle olive che ho mangiato il giorno dopo a merenda, la classica rotella alle mele e cannella e un dolce al cioccolato e cocco, entrambi per la colazione. Tutto senza glutine e tutto ottimo!

Louisiana Café - Louisiana Museum of Modern Art

Il Louisiana Café è il bar del Louisiana Museum of Modern Art e ve lo consiglio se andate a visitare il museo e dopo volete mangiare qualcosa sul posto. Per il pranzo ci sono due formule particolari: il buffet (al costo di 159 corone danesi, l’equivalente di circa 21 euro) e il menu alla carta. Noi abbiamo provato entrambi. Anche in questo ristorante sono segnalati tutti i piatti senza glutine, quindi è ottimo per i celiaci.

Il buffet comprendeva diverse pietanze: formaggi locali, pane tipico (questo ahimè, non era senza glutine), la classica zuppa di pomodoro, patate, varie verdure, pollo ai funghi, pesce e molto altro.

Il menu che vi invito a leggere online era anch’esso molto vario e noi abbiamo provato il merluzzo e i dolci senza glutine.

AAMANNS - centro

Aamanns è un ristorante che fa cucina tipica danese ma rivisitata in chiave più moderna. Il suo piatto forte è lo smørrebrød, ovvero una fetta di pane di segale con burro e altri condimenti, tra cui salmone, carne, salumi o formaggi.

Questo ristorante non è di certo a buon mercato ma noi avevamo un’occasione speciale da festeggiare: il compleanno di Nick. Per questo abbiamo scelto un posto un po’ più elegante e raffinato rispetto al solito.

Nel complesso abbiamo ordinato: 2 smørrebrød per Nick (purtroppo non erano senza glutine), una tartare di carne e un piatto di formaggi tipici per me e come dolce abbiamo diviso una mousse di rabarbaro e lime. Qui potete consultare il menu per la cena. Da bere, abbiamo preso due calici di vino bianco tipico. Lo scontrino: 110 euro, che è il prezzo medio di una cena a Copenaghen. Tutti i piatti erano buonissimi, avrei invece evitato il vino che è molto diverso da quelli a cui siamo abituati noi italiani e molto più fruttato (e che da solo è costato 12 euro a calice).

Aamanns ha anche altri locali in città, oltre a quello in pieno centro. Qui potete trovare gli altri ristoranti, nonché effettuare le prenotazioni che sono vivamente consigliate. Copenaghen, al contrario di quello che si potrebbe pensare, è una città con una profonda vita notturna e quindi è consigliabile prenotare nei ristoranti a cena, soprattutto in quelli più gettonati, come appunto Aamanns.

42raw - Pilestræde

Da 42Raw abbiamo fatto uno dei brunch più buoni di sempre. Si tratta di un posto 100% vegan e 100% gluten free. Il locale è molto piccolo, ci saranno circa una quindicina di posti a sedere. Qui non è però necessaria la prenotazione essendo un posto da pranzo e di cucina veloce.

Il nostro brunch era composto da: guacamole e hummus con pane di segale, patate dolci fritte, yogurt con granola e pancake con banana e cioccolato. Tutto ottimo e molto healthy! Il menu comprende però molto altro: burger, bowls, sandwich sono solo alcuni dei piatti che si possono gustare in questo posto. Tutto da scoprire e da provare! Se vivessi a Copenaghen, sicuramente verrei a mangiare qui ogni giorno.

Brunch da 42Raw a Copenaghen
Brunch con patate dolci fritte, hummus, guacamole, pane senza glutine, yogurt e pancake con banana e cioccolato

Un altro locale senza glutine che avremmo voluto provare è The Olive Kitchen & Bar, un ristorantino molto hygge in pieno centro che fa cucina tipica. Purtroppo non avevamo prenotato ed era al completo. Abbiamo sicuramente una scusa per tornare di nuovo in questa magnifica città!

Avete provato o proverete alcuni di questi locali? Ne avete altri da segnalare? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto e usate l’hashtag #NickAndCheers per condividere le vostre esperienze con noi.

Se state organizzando un viaggio a Copenaghen, sul nostro blog trovate informazioni utili per organizzare la visita e tanti spunti su cosa vedere e cosa fare in questa fantastica capitale europea.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Benvenuti su
Nick&Cheers

Siamo Nick & Francy, compagni nella vita e su questo blog, dove condividiamo i racconti delle nostre più grandi passioni: i viaggi e il cinema.

Su questo blog troverete recensioni di film e serie tv, tanti spunti per viaggi e gite con veri e propri programmi di viaggio e suggerimenti sui ristoranti in cui mangiare. Il tutto corredato dalle nostre foto e da tanto amore e passione!

Seguici
sui social
Rimani
aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter

Scrivici