Siamo in piena fase 2 dell’emergenza covid-19 e probabilmente non potremo viaggiare ancora per parecchi mesi. Nessuno ci ha ancora comunicato quando finirà questo lockdown, ma noi abbiamo un’unica certezza: una volta che questo incubo sarà finito viaggeremo in Italia per dare una mano al nostro paese a rialzarsi. E ripartiremo proprio dalla regione in cui viviamo, la Lombardia. In questo articolo abbiamo stilato una lista di 9 gite fuori porta vicino a Milano da fare dopo la quarantena.

Alcuni dei posti che vi suggeriamo di seguito li abbiamo visitati personalmente. Altri invece sono nella nostra wish list da un po’ di tempo e non vediamo l’ora di riuscire a vederli con i nostri occhi.

Gite fuori porta in provincia di Milano

1) Gorgonzola (Milano)

Gorgonzola è una città a una ventina di chilometri da Milano ma, benché sia così vicina a noi, non l’abbiamo mai presa in considerazione. Se ve lo state chiedendo, sì, Gorgonzola è proprio la capitale dell’omonimo formaggio, anche se ormai viene prodotto soltanto da piccoli artigiani locali.

La cosa più interessante di Gorgonzola è che ci si può arrivare comodamente in metropolitana da Milano in soli 20 minuti oppure in bici o (perché no?) a piedi percorrendo il Naviglio della Martesana che congiunge Milano al fiume Adda. Il Naviglio della Martesana (di cui abbiamo già parlato nel nostro articolo dedicato ai luoghi poco conosciuti di Milano) è uno dei nostri posti del cuore, ma non lo abbiamo mai percorso fino in fondo. Ci piacerebbe quindi esplorare un nuovo tratto di questo percorso, dirigendoci proprio a Gorgonzola, magari nel periodo di settembre quando si tiene la sagra del suo formaggio tipico (io sono mangiatrice cintura nera di formaggi!).

2) Trezzo sull’Adda (Milano)

Trezzo sull'Adda

Se si prosegue lungo il Naviglio della Martesana, oltre Gorgonzola, si può arrivare fino a Trezzo sull’Adda, il capolinea di questa pista ciclo-pedonale. Qui è la natura a farla da padrona e, dicono, che sia anche il posto perfetto per fare un tour gastronomico dato che non mancano di certo ristoranti e agriturismi. Ci piacerebbe molto visitare l’Oasi Le Foppe, un’area naturale protetta dal WWF, in cui nidificano gli uccelli migratori e in cui vivono varie specie animali. Insomma, Trezzo sull’Adda è una tappa da non perdere, che siate degli amanti della natura o dei buongustai.

3) Villa Borromeo Visconti Litta – Lainate (Milano)

Villa Litta Lainate

Altra attrazione alle porte del capoluogo lombardo ma che non abbiamo ancora visitato è Villa Borromeo Visconti Litta. Per chi non lo sapesse, siamo appassionati di dimore antiche, tanto che in questa lista siamo riusciti a includerne ben due. Questa villa risale al XVI secolo ed è circondata da un immenso e splendido giardino che nel 2016 ha ottenuto il riconoscimento di Parco più bello d’Italia. In questo parco si trova il cosiddetto Ninfeo la cui principale attrattiva è costituita dalle fontane che danno vita a giochi d’acqua molto scenografici. Non vediamo l’ora di vederli!

Gite fuori porta sul Lago di Como

4) Villa del Balbianello – Lenno (Como)

Giardino Villa del Balbianello Como

Ed ecco la nostra seconda villa di questa lista, nonché la nostra villa preferita, ovvero Villa del Balbianello. È oggi di proprietà del FAI ed è una vera e propria casa-museo che raccoglie al suo interno tutti i pezzi da collezione del suo ultimo proprietario, Guido Monzino, che era un noto imprenditore italiano, ma soprattutto un esploratore incallito. Se come noi amate i viaggi, vi consigliamo di visitarla perché in questa dimora sono conservati molti oggetti di prestigio, come mappe antiche e strumenti di viaggio usati dallo stesso proprietario per le sue spedizioni sull’Everest. Il giardino esterno è un altro gioiellino di questa dimora, che è proprio curata nei minimi dettagli. Se vi è rimasta qualche curiosità su Villa del Balbianello, leggete il nostro articolo sulle ville del FAI in Lombardia.

5) Varenna e il Castello di Vezio (Lecco)

Varenna Lago di Como

Rimaniamo sempre sul Lago di Como ma ci spostiamo sul versante di Lecco, in una delle vere perle della zona, ovvero Varenna. Varenna è un incantevole borgo molto colorato e molto romantico, con i suoi ristoranti tipici e localini dove prendere l’aperitivo al tramonto. Vi consigliamo di perdervi in giro per i suoi ripidi vicoli e di andare in esplorazione senza una meta precisa. Resterete sicuramente affascinati dalla sua bellezza e dal senso di pace che vi trasmetterà questo luogo.

Se vi piace camminare, da Varenna potete spostarvi al Castello di Vezio, percorrendo la Passeggiata degli Innamorati, una passerella a bordo lago che in primavera e in estate si ricopre di piante rampicanti e di fiori dando vita a splendidi giochi di colori e di odori.

Il panorama dal Castello di Vezio sul lago di Como

Il Castello di Vezio si trova su un promontorio che sovrasta Varenna e da qui si può ammirare un panorama davvero di tutto rispetto. L’ingresso al castello è a pagamento (per gli adulti costa 4€), ma non aspettatevi granché perché del castello sono rimaste solo le mura. Vale però la pena entrare per il panorama da cartolina e, se avete dei bambini, per assistere agli spettacoli di falconeria, in pieno stile medievale.

6) Brunate (Como)

Sicuramente molti di voi saranno stati a Como, ma l’avete mai vista dall’alto? Appena sopra la città sorge un paese che si chiama Brunate e che è raggiungibile in auto, in autobus (sconsigliabile in entrambi i casi) oppure in funicolare che è sicuramente il modo più veloce e più comodo, dato che il viaggio dura meno di 7 minuti. Tuttavia, la funicolare non vi porterà fino al Faro Voltiano, che è il vero fiore all’occhiello di questa gita. Dalla fermata della funicolare di Brunate potete prendere un autobus, che però è davvero piccolo e le corse non sono molto frequenti, oppure potete avventurarvi in una breve (ma ripidissima!) camminata nel bosco di circa 40 minuti. Mi raccomando, scarpe comode e partite in tempo perché dovete assolutamente arrivare in cima per il tramonto.

Panorama dal Faro Voltiano di Brunate lago di Como

Arrivati al faro, vi attenderà uno stupendo belvedere da cui potrete ammirare Chiasso e la Svizzera, oltre al lago e alla città di Como. E nelle giornate particolarmente limpide, da quassù si riesce a scorgere perfino il Monte Rosa.

Altre gite fuori porta vicino a Milano

7) Pavia

Ponte coperto pavia

Pavia è un’altra città vicinissima a Milano in cui però non siamo mai stati. È famosa per la sua università, una tra le più antiche al mondo, e per la sua Certosa, che però, a dispetto del nome, si trova a circa 8km fuori dalla città. La parte che più ci interessa visitare di Pavia però è la zona del Ponte Coperto che attraversa il Ticino e che ci ricorda vagamente il Ponte Vecchio di Firenze. Passato il ponte ci si ritrova a Borgo Ticino, un piccolo borgo pittoresco dove in passato vivevano i “lavoratori del fiume”, ovvero le lavandaie, i pescatori e i barcaioli. Vedendolo in foto, ci richiama alla memoria un altro ex quartiere di pescatori di una famosa città europea. Avete qualche idea? Fatecelo sapere nei commenti!

8) La ciclovia di Limone sul Garda (Brescia)

Ciclovia Limone sul Garda

Avete mai sentito parlare della ciclovia più lunga e più bella d’Europa? Si troverà proprio qui. Non a caso ho usato il verbo al futuro perché si tratta di un progetto molto grande che è iniziato nel 2018 e che terminerà (Covid-19 permettendo) nel 2021, coinvolgendo ben 19 comuni del Garda. A fine lavori, la pista sarà lunga circa 80km e arriverà fino al confine con il Trentino. L’anno scorso è stato inaugurato il primo tratto, che è quello di Limone sul Garda e che ha riscosso particolare successo per l’esperienza che regala ai visitatori. Gli ultimi 2km di questo percorso sono, infatti, a strapiombo sul lago, forse non proprio adatti a chi soffre di vertigini, ma offrono sicuramente un panorama mozzafiato.

9) Bergamo

Bergamo città alta

Siamo stati una volta sola a Bergamo ma ci ha colpiti nel cuore. Ci tenevamo particolarmente a includerla in questa lista non solo perché è una città che consigliamo, ma anche perché è la città più colpita dalla strage del Coronavirus, insieme a Brescia. Sarà infatti molto importante, dopo questa pandemia, dare un messaggio di speranza e di ottimismo , partendo proprio dai luoghi più colpiti del nostro paese.

Bergamo è una città molto caratteristica, che si divide in due parti, Bergamo Alta e Bergamo Bassa. La parte più suggestiva è certamente Bergamo Alta che, oltre a regalare dei panorami fantastici, è anche la più antica della città, dove hanno sede tutti i suoi principali monumenti. Vi consigliamo di prendere la funicolare per salire, mentre al ritorno potete scendere in camminata.

Facendo un giro per le sue strade principali, incontrerete Piazza Vecchia su cui si affacciano i palazzi più importanti di Bergamo, come il Palazzo del Podestà e il Palazzo della Ragione. Poco più avanti, vi ritroverete di fronte alla Basilica di Santa Maria Maggiore e alla Cappella Colleoni. Andate poi ad ammirare il panorama e il tramonto sulle mura veneziane che sono patrimonio dell’Unesco.

Altra attrazione della città è il Castello di San Vigilio che potete raggiungere a piedi oppure prendendo un’altra funicolare da Bergamo Alta. Anche qui la vista vi ripagherà di tutte le fatiche. Purtroppo però Bergamo si trova sopra la Pianura Padana che, oltre ad essere molto inquinata, è anche molto umida ed è particolarmente difficile trovare una giornata completamente limpida. Piccola curiosità: lo sapevate che il gelato alla stracciatella è stato inventato proprio a Bergamo? L’indirizzo a cui citofonare è Largo Colle Aperto 4 – Pasticceria La Marianna.

E voi avete già fatto alcune di queste gite fuori porta? Volete segnalarcene altre? Raccontateci nei commenti le vostre esperienze! E se volete altre idee per gite fuori porta, viaggi e weekend qui trovate tutti i nostri articoli.

14 commenti
  1. Augusta
    Augusta dice:

    La mia amata villa balbianello. Che la forza sia con te per averla inclusa Speriamo riaprano i confini… per ora l’Italia sta giusto dall’altra parte del lago

    Rispondi
  2. Valentina
    Valentina dice:

    Abitando a Milano le ho viste quasi tutte le località. Sopratutto da bambina o ragazzina. Non hai citato il Lago Maggiore con la rocca di Angera e Stresa, o il Parco del Ticino.

    Rispondi
    • Francesca
      Francesca dice:

      Certo, oltre a questi luoghi ce ne sono molti altri, tutti da scoprire. Anche Stresa molto bella, idem anche il Lago d’Orta. E potremmo andare avanti all’infinito

      Rispondi
  3. Annalisa Artoftraveling
    Annalisa Artoftraveling dice:

    Abbiamo dei carissimi amici, che abitano in provincia di Como, ogni anno ci incontriamo, almeno un paio di volte, e giriamo tutta la provincie lombarde…non vedo l’ora di ripartire e godere di questi bellissimi luoghi.

    Rispondi
  4. Carmen
    Carmen dice:

    Conosco bene Milano per averci frequentato un master, ma meno i suoi dintorni. Ho girato il post ad un paio di amiche milanesi per offrire suggerimenti

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.