Serie tv Crime

Eccoci di nuovo qua con la seconda puntata dello speciale Covid-19 per parlare delle serie tv Crime da recuperare in tempo di quarantena. Se siete invece appassionati di un genere più leggero e divertente, nell’articolo precedente potete trovare i miei suggerimenti sulle serie tv Comedy da recuperare.

Il mercato seriale americano ha offerto nel corso degli anni decine di serie Crime di ogni tipo, ma poche di loro possono essere considerate dei veri capolavori. Per questo motivo ho pensato di elencarvi quelle che reputo le più apprezzabili e degne di essere gustate tutto d’un pezzo.

Partiamo subito!

Serie tv Crime da recuperare n°1: Lie to Me

Ricordo ancora la tristezza che si è impadronita di me quando ho scoperto che non avevano rinnovato questa serie (una scelta MOLTO criticata).

Lie to me rappresenta un inaspettato pezzo pregiato passato un pò in sordina, ma che ha avuto un grande impatto nel mondo seriale.

Una vita da mediano insomma!

La serie racconta la storia di Cal Lightman (il sublime Tim Roth), uno scienziato specializzato nello studio del linguaggio del corpo che collabora con le autorità per supportarli nell’interrogazione di vari criminali.

In questo breve video potete avere un assaggio di ciò che vi aspetta!

Si tratta, quindi, di un classico esempio di serie Crime dove il personaggio aiuta le forze dell’ordine per la cattura di certi criminali. A questa trama principale si collega il rapporto con la sua socia Gillian Foster, di cui il nostro protagonista è segretamente innamorato.

La tematica della comunicazione non verbale ha un ruolo centrale in questa serie (il personaggio di Cal è tratto dal libro di Paul Ekman da cui i produttori hanno preso ispirazione). Per certi versi, la serie assomiglia molto alla più celebre “The Mentalist” (di cui parlerò successivamente) e forse proprio questo ne ha comportato la cancellazione. Se in “The Mentalist”, infatti, ritroviamo una certa linearità nella trama (John il rosso), in Lie to Me questo aspetto viene un pò a mancare e ogni lezione ti regala qualcosa su cui riflettere.

Lie to me rappresenta un esempio di opera seriale ottima, ma sviluppata nel momento sbagliato. Sono sicuro che, se Lie to Me fosse stata proposta oggi, il suo successo sarebbe stato molto più marcato e saremmo ancora qui a raccontare le vicende di Cal Lightman.

Godetevi queste 3 stagioni con la consapevolezza che si tratta di un’opera magnifica, ma incompiuta!

Serie tv Crime da recuperare n°2: White Collar

Potrei superficialmente affermare che White Collar è la serie che mette a rischio l’eterosessualità di qualunque uomo su questo pianeta. A parte gli scherzi, White Collar è una delle serie che mi è rimasta più nel cuore di tutte, soprattuto grazie al talentuoso Matt Bomer nei panni di Neal Caffrey, truffatore professionista che inizia a collaborare con Peter Burke (Team Dekay) dell’FBI, in cambio dell’annullamento della condanna (e di cui diventerà amico con il passare del tempo).

White Collar è una serie perfetta per chi ama l’arte e la psicologia. Neal, infatti, sfrutta spesso le sue capacità di persuasione e di comprensione delle altre persone per sfruttarli a proprio piacimento.

Per certi aspetti questa serie ricorda un po’ “Ocean Eleven” e un po’ “The Mentalist”. Il suo tono ironico e famigliare è perfetto per chi vuole godersi una trama avvincente e leggera al tempo stesso.

Ma poi… volete perdere l’occasione di rifarvi gli occhi con cotanta bellezza?

Serie tv Crime da recuperare n°3: The Mentalist

Ecco a voi un’altra serie dove il protagonista ha un fascino incredibile e di cui vi innamorerete sicuramente grazie alla trama avvincente!

The Mentalist è una delle top 3 serie crime elencate in questa raccolta! Ciò soprattutto grazie al personaggio di Patrick Jane (Simon Baker) di cui amerete ogni elemento caratteriale e con cui entrerete in completa empatia (e dipendenza). Un uomo controverso e intrigante che amerete dall’inizio alla fine, grazie anche alla sua simpatia e a un sorriso ammaliante.

La serie racconta le vicende di Patrick Jane, consulente del Bureau di investigazione Californiano (CBI). Il nostro Jane cerca in ogni puntata di scovare i vari criminali sfruttando le sue doti di mentalista. La vitalità e la gioia di Patrick, tuttavia, sono solo apparenti. Nel suo passato si cela una tragedia incredibile. A causa della sua spavalderia, infatti, Jane ha provocato un pericoloso serial killer che ha successivamente ucciso la sua famiglia.

L’obiettivo finale di Patrick, quindi, è quello di vendicarsi di John il rosso, il famoso serial killer. Al tempo stesso, però, il nostro protagonista inizia ad avere uno stretto rapporto con Teresa Lisbon, capo del CBI, con cui alla fine avrà una relazione e metterà in discussione i suoi obiettivi.

Caratterizzata da una trama apparentemente semplice e classica del mondo Crime, in realtà The Mentalist è molto più di questo e offre a tutti gli spettatori vari spunti di riflessione. Tra questi vi sono sicuramente il percorso di Patrick Jane, in lotta sempre più tra il suo desiderio di vendetta e redenzione e l’affetto delle persone a lui vicine, il confine sottile tra bene e male, una storia d’amore complicata, ma incredibile e una serie di continui enigmi nascosti e colpi di scena grandiosi che vi conquisteranno.

Insomma, non potete assolutamente perdere questo capolavoro seriale. Patrick, John il rosso e Jibson vi aspettano!

Serie tv Crime da recuperare n°4: Elementary/Sherlock

Ho deciso in questo caso di inserire queste due serie insieme dato che le reputo entrambe ottime (anche se Sherlock con Benedict Cumberbatch rimane una mini serie unica e incredibile).

Queste due opere riprendono la figura di Sherlock Holmes, ma ambientandolo in contesti odierni e adattandolo alla realtà e alle problematiche che caratterizzano la nostra epoca.

In Elementary le vicende vengono vissute a New York e il nostro Sherlock risulta essere una sorta di sociopatico con gravi problemi con la droga, ma con un cuore grande verso le persone a lui vicino (in particolare la splendida Lucy Liu nei panni di Watson, ma anche il suo acerrimo nemico Moriarty che in questa opera è riproposto in una maniera del tutto particolare…).

In Sherlock invece ritroviamo un personaggio, molto più in linea con il Sherlock originale delle opere di Doyle, ma ambientato nella Londra del XXI° secolo.

Se nella prima delle due serie, quindi, ritroviamo un riadattamento molto particolare di Sherlock (Watson è una ex dottoressa, Moriarty una vecchia fiamma di Sherlock interpretata dalla bellissima Natalie Dormer), nella seconda le vicende riprendono quasi pedissequamente le vicende del personaggio di Doyle.

Serie tv Crime da recuperare n°5: The Blacklist

Può una serie avere successo grazie quasi solamente al personaggio principale? The Blacklist è la prova che ciò può avvenire.

The Blacklist è una serie decisamente interessante in cui troviamo Raymond Reddington (James Spader), uno dei più pericolosi ricercati dall’FBI, misteriosamente presentarsi agli agenti e costituirsi per fornire informazioni sui peggiori criminali (la famosa blacklist), ma avendo come unica riferente Elisabeth Keen, una giovane agente appena entrata a far parte del Bureau.

Da questa premessa inizieranno una serie di catture che si protrarranno nel corso delle puntate, ma anche una storia molto interessante che ha come protagonista la Keen e il suo oscuro passato.

The Blacklist è una serie estremamente interessante e ricca di colpi di scena. Con il passare delle puntate si scoprirà sempre più cosa lega questi due personaggi in maniera indissolubile. Ciò che però rende veramente unica questa serie è James Spader e la sua incredibile interpretazione di Reddington: un uomo molto enigmatico, ma acculturato ed estremamente piacevole, pur rimanendo un criminale e agendo come tale (gli omicidi non mancheranno mai!).

Premio alla critica anche a Ryan Eggold nei panni del marito di Elizabeth Keen. Un personaggio ben costruito e decisamente interessante che vi farà rimanere a bocca aperta!

Se amate le serie Crime/Action con un gran numero di colpi di scena, The Blacklist fa sicuramente al caso vostro!

Serie tv Crime da recuperare n°6: Person of Interest

Altra opera del duo Nolan – J.J. Abrams (ricordate che ne abbiamo già parlato nel mio articolo su Westworld?) in grado di ottenere un più che discreto successo.

Person of Interest è una serie crime atipica, dato che può essere considerata più un’opera fantascientifica/distopica rispetto a un classico crime. La serie tratta le vicende di un gruppo ristretto di persone che, grazie ad un’intelligenza artificiale senziente in grado di tracciare tutto ciò che avviene sul suolo americano, cercano di sventare i più vari crimini e distruggere le peggiori organizzazioni criminali.

Il gruppo è capitanato da Harold Finch (gli amanti di Lost riconosceranno Michael Emerson, l’odiatissimo Benjamin Linus di Lost), creatore dell’intelligenza artificiale che assolda l’ex ufficiale John Reese per supportarlo nel suo lavoro quotidiano nella lotta contro il crimine. A loro si aggiungeranno gli agenti Fusco e Carter e, successivamente, Root, un hacker da metodi discutibili.

Nata come una serie crime abbastanza classica, dove l’AI aiuta i due protagonisti a sventare reati più comuni e che vengono considerati “irrilevanti” dal governo americano, con il tempo vi è stata una sorta di evoluzione fantasy action in cui i protagonisti si trovano a dover lottare contro vere organizzazioni criminali, lo stesso governo americano e, infine, contro una nuova AI.

Se amate il genere futuristico, quindi, questa serie può sicuramente fare al caso vostro.

Bonus old school: La signora in giallo

Carissimi, qua siamo di fronte alla vera e propria madre delle serie crime (o, per i più pignoli, una delle madri).

Chi non ama alla follia la splendida Jessica Fletcher e la sua capacità di portare un assassinio in ogni luogo in cui mette piede? Come non si fa ad amare questa meravigliosa e impertinente donna sempre sorridente anche di fronte al cadavere di una persona? Ah quanto amore incondizionato per lei!

La signora in giallo meritava una citazione già solo per gli splendidi pranzi “con delitto” che ci ha regalato nella nostra infanzia.

Punto.
Credo che basti questo per invitarvi a recuperarla.
Un regalo by un bimbo di Jessica Fletcher

Alla prossima puntata del nostro speciale Covid-19 sulle serie tv da recuperare! SPOILER ALERT: sarà dedicata a chi ama cartoons, manga e tutto il mondo animato!

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.