Joffrey Baratheon

Il mese di aprile del 2019 sarà ricordato negli annali come il periodo d’oro delle serie tv e della cinematografia. Sembra quasi un gioco del destino! Nello stesso mese (anzi, a volte nello stesso giorno) ci siamo ritrovati da un lato serie tv come American Gods, Game of Thrones e Gomorra e dall’altro lato film attesissimi come Avenger Endgame, Captain Marvel, Shazam e Dumbo.

Questa sovraesposizione a film e serie tv attesissime mi ha però portato a chiedermi:

“Perché alcune splendide opere seriali non ottengono il successo che meriterebbero? Non è forse il caso di far conoscere anche serie tv e film meno conosciute, ma non per questo meno interessanti rispetto alle solite?”

Per questo motivo, ho deciso di riportare alcune delle serie che reputo di maggior spessore e che ogni amante seriale dovrebbe guardare una volta nella vita (eccetto una che è stata inserita come esempio da NON imitare). Procediamo!

Billions

Billions
Fonte Imdb

Partiamo subito in quinta con una delle serie capolavoro di HBO (guarda un po’!), vale a dire Billions.

La serie è incentrata sul dualismo tra il procuratore distrettuale del distretto del sud di New York, Chuck Roades e Bobby “Axe” Axelroad, proprietario di uno dei più importanti fondi speculativi americani. Damian Lewis e Paul Giamatti trascinano letteralmente l’intera trama con il loro scontro a distanza e la loro impeccabile interpretazione. Nel gioco delle parti si scoprirà come nessuno, nemmeno il buon vecchio procuratore Roades, sia un agnellino puro e casto.

Giochi di potere e intrecci continui tra i protagonisti, grazie anche all’escamotage di inserire la moglie di Roades, Wendy, interpretata dalla splendida Maggie Siff (conosciuta anche per la sua interpretazione in Mad Men), alle dipendenze di Axe, rendono questa serie tv un’opera seriale imperdibile!

The Magicians

The Magicians
Fonte Syfy

Altra serie tv notevole, questa volta targata Syfy, è sicuramente “The Magicians“. Ad un primo sguardo, molti potrebbero erroneamente considerarla una sorta di copia di Harry Potter, ma fidatevi… The Magicians è molto più di una copia! Con i suoi toni dark e la sua capacità di interpretare il tema della magia in una connotazione molto più adulta, The Magicians e i suoi protagonisti riusciranno letteralmente a conquistarvi!

La serie, tratta dall’omonimo libro di Lev Grossman, racconta le vicende Quentin Coldwater, un ragazzo leggermente sociopatico e depresso che per lenire il suo disturbo è solito rifugiarsi nella lettura del suo libro preferito “Fillory and further“. La sua vita prende una piega decisamente diversa quando scopre non solo che la magia è reale, ma anche che è stato ammesso alla scuola di magia di Brakebills. Con il tempo, Quentin riuscirà finalmente ad aprirsi al mondo e a fare alcune amicizie, tra cui Alice Quinn con cui avrà una relazione.

Nel corso della trama, Quentin e i suoi compagni verranno a conoscenza anche del fatto che non solo la magia è reale, ma la stessa Fillory esiste! Tuttavia, i protagonisti scopriranno ben presto che non è tutto oro quel che luccica e dietro al fantastico mondo di Fillory si nasconde un’inquietante figura dal passato burrascoso!

Correte a vederlo!

After Life

AfterLife
Fonte Imdb

Questa è di sicuro una delle serie migliori presenti nell’ultimo periodo su Netflix. Creata dal famosissimo Ricky Gervais, la serie è l’esatta trasposizione della comicità che ha sempre contraddistinto l’ideatore.

Pur partendo da un presupposto alquanto doloroso (la morte della moglie di Ricky per un tumore), la serie riesce ad essere divertente e piacevole, oltre che permettere di aprire gli occhi su tematiche spesso evitate, con un tono sarcastico e divertente.

Come anticipavo prima, la storia è incentrata su Tony, giornalista in un piccolo paesino inglese, il quale ha da poco perso la moglie per un cancro. Per combattere il dolore di questa perdita e il suo istinto suicida, Tony decide di vivere senza freni inibitori. Ciò porterà ovviamente a varie scene comiche, ma anche ad una sempre più forte presa di coscienza da parte del protagonista dell’impatto che il suo comportamento sta avendo sulle persone che lo circondano e che lo vogliono ancora aiutare.

Riverente e intelligente al punto giusto (anche per questo è stata rinnovata)!

Colony

Colony
Fonte Usa Network

Purtroppo questa è una serie che è stata cancellata da USA Network, ma avrebbe meritato una conclusione e un apprezzamento migliore da parte del pubblico (anche per il fior fior di protagonisti che ha in campo)!

La serie racconta un futuro dispotico in cui la terra è stata invasa dagli alieni e la popolazione si è ritrovata divisa in colonie e obbligata a seguire regole rigidissime. Al centro della trama vi sono Josh Holloway nei panni di Will Bowman (il vecchio Sayer di Lost non ci delude mai) e Sarah Wayne Callies che interpreta Katie Bowman (gli amanti di Prison Break avranno un tuffo al cuore).

Il susseguirsi delle vicende narrate porterà questi protagonisti a dover decidere se dare prevalenza alla sicurezza della propria famiglia o ai propri ideali… Cosa decideranno di fare?

Black Sails

Black Sails
Fonte Starz

Lunga vita ai filibustieri! Ho sempre avuto un amore smisurato per il mondo della pirateria e questa serie non ha fatto altro che rinforzare la mia passione per questo mondo.

Si tratta del prequel del famoso romanzo “L’isola del Tesoro” di Stevenson e racconta le avventure di James Flint e la sua caccia al galeone spagnolo Urca de Lima insieme alla sua ciurma di filibustieri. Oltre a una magnifica interpretazione degli attori protagonisti, la qualità eccelsa delle riprese e i magnifici capi utilizzati, ciò che mi ha conquistato è la capacità di rendere “adulta” una serie che si basa interamente su un libro per ragazzi.

Chi ama il genere non potrà che rimanere estasiato da ogni aspetto di questa opera televisiva a partire dalla stessa sigla introduttiva [Una delle migliori insieme a quella di Game of Thrones e Westworld]. Godetevela!

Penny DreadFull

Penny Dreadful
Fonte Showtime

In qualsiasi opera in cui è presente Eva Green si è certi di essere davanti a un vero e proprio capolavoro cinematografico!

Definire Penny Dreadful una serie horror, a parere mio, ne sminuisce sicuramente il valore…

Penny Dreadful potrebbe essere definito un film thriller seriale che ti catapulta in un mondo regnato dai peggiori personaggi fantasy della storia e ne intreccia i destini in una ragnatela al cui centro non poteva che esserci la Green e la sua impeccabile performance nei panni di Vanessa Ives.

In questo oscuro mondo ritroviamo Dorian Gray, Frankenstein e la sua creatura, il licantropo Ethan Chandler combattere al fianco di Vanessa al fine di combattere l’eterna oscurità (non vi voglio spoilerare altro per non rovinarvi il magnifico finale di questa serie).

Se amate le serie impegnative, dove ogni parola ed evento non è lasciato al caso, Penny Dreadful vi terrà incollati agli schermi e vi trascinerà nei meandri più oscuri dell’animo umano. Tenetevi pronti!

The Shannara Chronicles [in negativo]

Shannara Chronicles
Fonte Imdb

Questa è una perla più unica che rara, signori e signore!

Di tutte le serie tv viste fino a questo momento, The Shannara Chronicles è sicuramente la serie tv più orrenda di tutte prodotte nella storia televisiva! Una serie talmente patetica da dover essere vista almeno una volta nella vita per comprendere come una serie NON debba MAI essere prodotta!

La serie è interamente incentrata sui romanzi fantasy di Terry Brooks e racconta le vicende di Will, in compagnia della principessa Amberle e la nomade Eretria, il cui scopo ultimo è salvare l’Eterea, un antico e magico albero che mantiene in salvo le quattro terre dal regno oscuro chiamato il divieto.

Ne parlo male a malincuore perché sono convinto che The Shannara Chronicles avesse tutto per diventare una buona serie tv. I fatti, invece, mi hanno fatto ricredere amaramente trasformando ciò che poteva essere un rubino grezzo in una trashata di prima qualità. Tra tutti gli elementi criticabili di questa serie tv abbiamo:

  • La performance degli attori che chiamare mediocre è già un complimento
  • Effetti speciali pari a quelli utilizzati per Xena nei primi anni ’90
  • Una regia puerile all’ennesima potenza

Una serie, insomma, che aveva l’obiettivo di diventare il nuovo Teen Wolf di MTV, ma che si è rivelata essere peggio addirittura di ShadowHunter (e fidatevi che ce ne vuole per battere in bruttezza una serie come questa).

Potrei passare giorni a scrivere su ciò che non funziona di questa serie, ma credo che un’esperienza in prima persona sia migliore di qualsiasi altra parola. Dunque vi sfido a non abbandonarla dopo 4 puntate e a farmi sapere che ne pensate!


Cosa ne pensate di questa lista? Avete altri suggerimenti? Condividete la vostra nei commenti e se vi è piaciuto l’articolo vi invito a lasciare un like nei nostri profili social e a condividerlo!

Alla prossima!

3 commenti
  1. Maria Domenica Depalo
    Maria Domenica Depalo dice:

    Devo ammettere di non aver visto nessuna di questa serie ma, visto l’entusiasmo (negativo) con cui me parli, vorrei guardare quella “trashata” di The Shannara Chronicles. Mi hai messo curiosità.
    Maria Domenica

    Rispondi
  2. Maria Domenica Depalo
    Maria Domenica Depalo dice:

    Devo ammettere di non aver visto nessuna di questa serie ma, visto l’entusiasmo (negativo) con cui me parli, vorrei guardare quella “trashata” di The Shannara Chronicles. Mi hai messo curiosità. 🙂
    Maria Domenica

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.